Prima:
Dopo:
 
Impianto Fotovoltaico
da 20 kW fil sottile Sharp


Agriturismo Poggio Foco Manciano (Grosseto)

FAQ

CERCA TRA I QUESITI INSERITI:

 

ULTIMI QUESITI INSERITI:

È possibile presentare richiesta di accesso alle tariffe incentivanti ai sensi del D.M. 5 luglio 2012 per un impianto fotovoltaico entrato in esercizio a valle della comunicazione del superamento del limite di 6,7 miliardi di euro?548052345 - Aspetti di carattere generale (mercoledì 6 febbraio 2013)

&8203;Si, è possibile, a condizione che l’impianto sia già entrato in esercizio all’atto della richiesta di accesso alle tariffe incentivanti e che la stessa pervenga al GSE entro e non oltre 30 giorni solari dalla data di accertamento del raggiungimento del limite di 6,7 miliardi di euro. Le richieste di incentivo inviate al GSE oltre il predetto termine, o avvalendosi di canali di comunicazione diversi dal portale informatico predisposto allo scopo (https://applicazioni.gse.it), saranno ritenute improcedibili ai fini dell’ammissione agli incentivi. Resta fermo il diritto, per gli impianti iscritti in posizione utile nei registri, non decaduti, di presentare richiesta di accesso alle tariffe incentivanti. Al riguardo, tuttavia, si rappresenta che, come previsto dall’art. 4, comma 8 del D.M. 5 luglio 2012, l’entrata in esercizio di tali impianti deve avvenire improrogabilmente, a pena di decadenza dall’iscrizione al Registro, entro 1 anno dalla data di pubblicazione della graduatoria.

Quali richieste di incentivazione manterranno il diritto ad essere valutate a valle del raggiungimento del limite di costo di 6,7 miliardi di euro?398866008 - Aspetti di carattere generale (mercoledì 6 febbraio 2013)

?Il D.M. 5 luglio 2012 cessa di applicarsi, in ogni caso, decorsi trenta giorni solari dalla data di raggiungimento del costo indicativo cumulato annuo di 6,7 miliardi di euro individuato dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, sulla base degli elementi forniti dal GSE, con le modalità di cui al comma 2, articolo 1 del Decreto. Come indicato nelle “Regole Applicative per l’iscrizione ai registri e per l’accesso alle tariffe incentivanti DM 5 luglio 2012 (QUINTO CONTO ENERGIA)”, manterranno il diritto ad essere valutate le richieste di incentivazione relative: agli impianti non soggetti all’obbligo dell’iscrizione al Registro, che entrano in esercizio anche successivamente alla data di raggiungimento del limite, purché le stesse pervengano entro 30 giorni solari dalla data di accertamento del raggiungimento dei 6,7 miliardi di euro; agli impianti iscritti in posizione utile nei registri, non decaduti. Al riguardo, si rammenta che le richieste di incentivo inviate al GSE oltre il predetto termine, o avvalendosi di canali di comunicazione diversi dal portale informatico predisposto allo scopo (https://applicazioni.gse.it), saranno ritenute improcedibili ai fini dell’ammissione agli incentivi.

Si può richiedere la cessione del credito derivante dalle tariffe incentivanti del Quinto Conto Energia?-1451801325 - Aspetti di carattere generale (mercoledì 6 febbraio 2013)

Sì. Le modalità di richiesta sono indicate sul sito internet del GSE nella pagina web Cessione dei crediti fotovoltaico

Il Decreto prevede delle agevolazioni per le Pubbliche Amministrazioni?297715354 - Aspetti di carattere generale (mercoledì 6 febbraio 2013)

?Accedono alle tariffe del DM 5 maggio 2011 (Quarto Conto Energia) gli impianti realizzati su edifici pubblici e su aree di proprietà delle Pubbliche Amministrazioni il cui Soggetto Responsabile è la Pubblica Amministrazione stessa o un soggetto terzo cui è conferito un diritto reale o personale di godimento, che entrino in esercizio entro il 31 dicembre 2012. Gli edifici e le aree dove sono ubicati gli impianti devono essere di proprietà delle Amministrazioni pubbliche almeno alla data di entrata in esercizio dell’impianto e per tutto il periodo di incentivazione. Accedono alle tariffe del DM 5 luglio 2012 (Quinto Conto Energia) senza l’obbligo di iscrizione al Registro gli impianti fotovoltaici realizzati da Amministrazioni pubbliche mediante svolgimento di procedure di pubblica evidenza, i cui soggetti responsabili siano le pubbliche Amministrazioni stesse, fino al raggiungimento di un costo indicativo cumulato annuo degli incentivi di 50 ML€.

E’ possibile spostare un impianto e/o modificarne la configurazione?1129263517 - Aspetti di carattere generale (mercoledì 6 febbraio 2013)

?Lo spostamento di un impianto fotovoltaico in un sito diverso da quello di prima installazione comporta la decadenza dal diritto alla tariffa incentivante (articolo 5, comma 7 del DM 5 luglio 2012). Eventuali modifiche apportate alla configurazione dell’impianto, operando sullo stesso sito ove l’impianto è ubicato, devono essere comunicate in via preventiva al GSE. Nel caso in cui le modifiche comportino una riduzione della tariffa incentivante, il GSE riconoscerà la nuova tariffa, in misura inferiore rispetto a quella precedentemente determinata, a decorrere dalla data di completamento dell’intervento fino al termine del periodo di incentivazione. Le modifiche non possono, in ogni caso, comportare un incremento della tariffa incentivante. E’ fatto salvo, al riguardo, il potere del GSE di revocare gli incentivi qualora le modifiche dovessero comportare il venir meno di uno dei requisiti previsti dal Decreto per l’accesso alle tariffe incentivanti.

Come si calcola il 1°semestre di applicazione del Quinto Conto Energia?1360147852 - Aspetti di carattere generale (mercoledì 6 febbraio 2013)

?L’AEEG ha fissato, con propria delibera del 12 luglio 2012, il 27 agosto quale data di decorrenza delle modalità di incentivazione disciplinate dal DM 5 luglio 2012 (quarantacinque giorni solari dalla data di pubblicazione della delibera). Il primo semestre di applicazione del Decreto decorre dal 27 agosto 2012 e si concluderà il 26 febbraio 2013.

 

 
Rimozione Amianto
 
 
La Società Helios Srl dal 2005 possiede moderne attrezzature, per eseguire in modo corretto la rimozione delle coperture contenenti amianto (Eternit a base di amianto).”